In via Ardeatina una quercia su un’auto

Una cinquantina di interventi nella notte tra giovedì e venerdì per rimuovere gli alberi e i cartelloni caduti sulle auto in sosta. E poi ancora, ieri, una giornata di intenso lavoro per i vigili del fuoco sommersi dalle telefonate di cittadini che segnalavano i danni provocati in città dal forte vento e dalla pioggia. Sull’Ardeatina si è sradicata addirittura una quercia di un metro di diametro. L’imponente pianta si è abbattuta su una vettura che in quel momento percorreva la provinciale in prossimità del km 17,100, senza fortunatamente provocare conseguenze per la conducente. La circolazione stradale è stata temporaneamente interrotta per poter rimuovere il grosso tronco.
A fine giornata è il sindaco Gianni Alemanno a fornire un primo bilancio: «Gli alberi caduti sono 38, le segnalazioni dei cittadini 143. Gli altri interventi sono stati effettuati su rami pericolanti». E la colpa di questa situazione, per Alemanno, ricade su 10 anni di mancata programmazione della potatura e sulla cattiva gestione dei lavori stradali, che spesso hanno provocato l’indebolimento delle radici. Di qui la decisione di predisporre un piano di monitoraggio, manutenzione straordinaria e sostituzione delle alberate stradali a rischio. Anche a Viterbo una donna che stava accompagnando il figlio a scuola ha rischiato di rimanere schiacciata da un grosso pino sradicato dal vento.
Il maltempo ha provocato disagi anche alla circolazione ferroviaria. La linea FR2 Roma-Tivoli è stata interrotta per alcune ore tra le stazioni Mandela e Tivoli per un albero caduto lungo i binari.