Area C ma non per tutti. Ecco i fortunati dell’ingresso gratuito

Dal 16 gennaio entrare in centro costerà 5 euro ma non per residenti, medici e altre categorie. <a title="ecopass e mezzi atm milano" href="http://www.ilgiornale.it/milano/pronti_piu_mezzi_25mila_passeggeri_piu/1... target="_blank"><strong>Atm, pronti più mezzi per i 25mila passeggeri in più</strong></a>

Count down per la partenza di «Ecotass», ops, Area c, che entrerà in vigore dal 16 gennaio. Il tempo stringe e c’è ancora molto da fare: dalla campagna di comunicazione, per cui ieri la giunta di Palazzo Marino ha stanziato 400mila euro, il settaggio del nuovo cervellone elettronico, il piano di potenziamento dei mezzi pubblici. Ieri doppio appuntamento in Comune per la congestion charge: in mattinata la giunta ha approvato la delibera integrativa a quella istitutiva del 4 novembre, che assegna le risorse necessarie per il funzionamento del sistema e per l’informazione al pubblico, poi l’assessore Maran ha incontrato il presidente di Atm, Bruno Rota per fare il punto sul potenziamento dei mezzi.
Milanesi, residenti in zona 1, commercianti, artigiani, turnisti, leggete con attenzione: il documento di ieri specifica alcune deroghe al pagamento dell’accesso alla Cerchia dei Bastioni. Non pagheranno i mezzi del car sharing di società con sede a Milano, i veicoli per la gestione del bike sharing, i veicoli privati utilizzati per ragioni di sevizio da Forze Armate, Forze di Polizia e Polizia locale. Sempre per ragioni di servizio, potranno entrare nel centro storico senza pagare il pedaggio da 5 euro i veicoli privati, utilizzati per interventi di pronta reperibilità e per urgenze, dal personale sanitario di ospedali e Asl con sede nella Cerchia dei Bastioni. Sono esentati anche i mezzi dei Corpo consolare e diplomatico e di giornalisti e poligrafici dipendenti di gruppi editoriali con sede operativa nel centro storico per esigenze di servizio nelle fasce orarie disagiate, cioè impegnati nei turni notturni.
Se i residenti della zona 1 (che corrisponde all’area C) hanno diritto a 40 ingressi gratis, e i successivi a 2 euro l’uno, così sarà anche per coloro che hanno il domicilio in un immobile a uso esclusivamente abitativo nella Cerchia titolari di regolare contratto di locazione a uso abitativo con utenze domestiche a loro intestate. Stesso trattamento per chi risiede fuori dall’area C ma possiede con box o posto auto di pertinenza all’interno, e per gli appartenenti alle Forze Armate e di Polizia domiciliati nelle caserme entro la Cerchia.
La delibera equipara ai veicoli di servizio quelli privati di agenti di commercio o artigiani che non possiedono veicoli per il trasporto cose. Tradotto: ingresso a 3 euro anche per quegli artigiani e agenti di commercio che per lavoro usano l’auto privata invece del classico furgoncino.
Palazzo Marino, è bene ricordarlo, con la delibera del 4 novembre ha vietato l’ingresso nella Cerchia dei Bastioni a tutti i veicoli più inquinanti: benzina Euro 0, diesel Euro 0,1 2 e 3. I diesel euro 3 sono interdetti dalla circolazione in tutta la città dall’ordinanza del sindaco fino al 23 dicembre, salvo nuove disposizioni. Esentati dal divieti di ingresso nel centro storico i veicoli con contrassegno invalidi con il titolare a bordo e quelli in uso esclusivo a forze dell’ordine, vigili, operatori sanitari e sociali.