Arenzano, all’asta i posti barca

Volete ormeggiare per cinque, dieci, addirittura venti anni la vostra barca nel porticciolo di Arenzano? Fate la vostra offerta in busta chiusa entro e non oltre il 7 settembre 2007 e poi si vedrà. É quanto si sono sentiti proporre dalla Porto di Arenzano s.p.a alcuni proprietari di natanti contattati nei giorni scorsi dalla società pubblico - privata che gestisce il porticciolo della cittadina rivierasca.
In pratica, chi offrirà di più si aggiudicherà l’ormeggio con durata pluriennale. Niente meno. «La proposta economica - si legge nella lettera inviata in queste settimane ai soggetti interessati - dovrà indicare la somma offerta e le modalità di pagamento senza che ciò comporti alcun impegno per la Porto di Arenzano s.pa». E chi non raccoglierà l’invito? Per lui sono già pronti i nuovi tariffari con le spese annuali per l’ormeggio delle barche nel porticciolo. A seconda delle categorie si va dai 2.250 euro più Iva per i natanti fino a 6 metri ai 20.160 euro per le barche di 20 metri. Mica bruscolini. Neppure il tempo di leggere i prezzi, che già monta la polemica per il caro - barca. «Altro che promuovere lo sviluppo del porto - tuona Enrico Cimaschi coordinatore per Arenzano e Cogoleto della lista Biasotti - Con queste tariffe il Comune va ad attaccare la classe media e gli stessi diportisti che frequentano Arenzano».Un’occhiata alle tariffe aiuta a capire. Chi fino al 2005 pagava 2.200 euro all’anno per un posto barca fino a 7 metri, ora dovrà sborsare qualcosa come 5.184 euro, iva compresa. L’incremento è del 135 per cento.
Inevitabili le proteste dei proprietari di barche. Non solo per i rincari. Già perché - fanno notare alcuni di loro - punti per fare il carburante non ce ne sono e non esistono più neppure le aree di sosta per le auto, mentre prima dei lavori di restyling del porticciolo era possibile parcheggiare la macchina davanti alla barca.