In Argentina è emergenza alimentare

Ripreso lo sciopero degli agricoltori. La Kirchner annulla il viaggio in Europa

da Buenos Aires

In Argentina è ormai emergenza alimentare per gli scioperi degli agricoltori e la presidente Cristina Fernandez Kirchner ha deciso di annullare la sua visita in Francia e Gran Bretagna, in programma questa settimana.
Gli agricoltori argentini avevano annunciato l’altro ieri la decisione di riprendere i blocchi stradali dopo che i colloqui con il governo, tesi a mettere fine a 18 giorni di sciopero per protestare contro l’aumentata pressione fiscale sulle esportazioni della soia e di altri prodotti agricoli, sono falliti. Cristina Kirchner aveva in programma di partecipare dal 4 aprile a un forum della sinistra progressista a Londra e poi incontrare Nicolas Sarkozy il 7 aprile a Parigi. Le autorità argentine e gli agricoltori, che venerdì avevano temporaneamente sospeso la protesta, dovrebbero riprendere le trattative oggi. Ieri centinaia di lavoratori hanno ripreso i blocchi stradali in tutto il paese, rovesciando carichi di frutta sulle strade. Gli agricoltori si dicono ingiustamente colpiti da un decreto presidenziale dell’11 marzo che ha aumentato le tasse sulle esportazioni di soia di 10 punti, passate dal 35 al 45%. La protesta degli agricoltori ha già provocato problemi di approvvigionamento alimentare nelle principali città.