Argentina, vince la Kirchner Seconda donna dopo Evita

La moglie del presidente evita il ballottaggio. &quot;Vittoria per gli argentini&quot; esulta la nuova Evita. <a href="/a.pic1?ID=216722" target="_blank"><strong>Cristina, da first lady a &quot;presidenta&quot;</strong></a>

Buenos Aires - La first lady argentina Cristina Fernandez de Kirchner diventerà la prima donna presidente eletta del Paese sudamericano, dopo aver vinto facilmente al primo turno le elezioni che sono state una sorta di referendum sui successi economici del marito. Lo spoglio di quasi il 95% delle schede ha confermato l’ampio successo della candidata del Fronte per la Vittoria, che il 10 dicembre prossimo succederà al marito Nestor Kirchner nella Casa Rosada di Buenos Aires. Dopo il conteggio delle schede del 94,60% dei seggi, la Kirchner ottiene il 44,69% dei voti, davanti a Elisa Carriò che raccoglie il 23,07% dei suffragi, e all’ex ministro dell’ Economia Roberto Lavagna, che raggiunge il 16,96%. L’affluenza alle urne, indicano fonti ufficiali, è stata del 74,11%, la più bassa nella storia argentina dopo il ritorno della democrazia nel 1983.

"Trionfo per gli argentini" "Questo è un trionfo per tutti gli argentini. Invece di metterci in una posizione di privilegio ci dà maggiori responsabilità e maggiori obblighi" ha detto la Fernandez ai sui sostenitori in festa nel suo quartier generale. I Kirchner sono la coppia di potere dell’Argentina e sono stati soprannominati "I Clinton del Sud". Fernandez, avvocato di 54 anni, è una dei principali consiglieri del marito ed è da tempo senatrice.

Boom economico Col loro voto gli elettori sembrano aver espresso la speranza che saprà prolungare il ciclo economico positivo avviato dal marito. Dopo la drammatica crisi del 2001-02 quella che è la seconda economia del Sudamerica ha saputo crescere con ritmi cinesi dopo che Kirchner è entrato in carica quattro anni fa. Crescita salita all’8% annuo, sostenuta da forti consumi ed esportazioni agricole.