Aria pulita, il vento spazza le polveri Per un giorno come in riva al mare

Valori di pm10 praticamente azzerati. Così fino a domenica

A far notizia, per una volta, è l’aria pulita, come si respira poche volte l’anno. È successo martedì quando il vento che soffiava sulla città ha azzerato le polveri sottili. La centralina di via Juvara registrava un valore medio di 5 microgrammi al metro cubo, meno delle polveri «fisiologiche», quelle cioè che avremmo anche se auto e caldaie si fermassero di colpo. Milano ha provato per un giorno l'ebbrezza di essere una città di mare. «O del Nord Europa - spiega Orietta Cazzuli, dirigente del settore Aria dell’Arpa, l’agenzia regionale che misura e studia l’inquinante pericoloso per salute-. Se è un record il Pm10 a quota 5? Succede pochissime volte. Grazie al vento c’è stato un ricambio totale dell’aria, le correnti sono state forti e persistenti, le polveri non hanno avuto il tempo di accumularsi».
Il merito, quindi, è soprattutto della tempo. Marzo, per le polveri, è un mese favorevole: «Si possono vedere superamenti della soglia limite di 50 microgrammi, ma rispetto alla prima parte dell’inverno non durano giorni e giorni e non si vedono livelli alti». Meglio ancora, poi, se il tempo è «pazzerello»: «L’instabilità fa bene all’aria - aggiunge l’esperta-. Marzo ci sta regalando quest’anno vento, passaggi di nuvole seguiti da giornate soleggiate. È normale, in queste condizioni, che il Pm10 resti sotto la soglia di guardia».
Succederà ancora per tanto? Fino a domenica l’inquinante dovrebbe mantenersi su valori bassi. «Oggi avremo qualche nuvola al mattino e sole dal pomeriggio, tra sabato e domenica dovrebbero soffiare delle correnti d’aria da nord - racconta Rino Cutuli al centro Epson meteo -. È possibile che queste correnti arrivino fino a Milano sotto forma di föhn, il vento caldo che porterebbe dei benefici anche in fatto di temperature». In questi giorni stiamo assistendo a un’altalena. «La settimana è cominciata con valori sotto la media, ieri la massima è risalita grazie a delle correnti occidentali umide e più temperate», aggiunge l’esperto. Calerà sabato e domenica, a meno che non arrivi il föhn.