Arisa La reginetta di Sanremo alla Feltrinelli

«Un sogno che si avvera, un'emozione bellissima». Con queste sincere parole qualche giorno fa Arisa, nome d'arte di Rosalba Pippa, ha commentato l'uscita del suo primo album, che in altro modo non poteva chiamarsi: Sincerità. «Il titolo mi rappresenta perché la sincerità è la caratteristica che più mi rappresenta. Grazie a essa un rapporto d'amore cresce e supera i nostri limiti, le nostre mille debolezze». Il titolo del cd arriva dall'omonima canzone sanremese con cui la cantante nata a Genova, ma vissuta a Potenza, ha vinto il Festival come «Nuova proposta»: un pezzo per metà pop e per metà soul con cui Arisa ha conquistato l'Ariston anche per il suo fare dolce e naturale e il suo look stravagante anni '20. Nel tardo pomeriggio di oggi la sorpresa del Festival presenterà il suo primo lavoro alla libreria Feltrinelli di piazza Piemonte (dalle 18, ingresso libero, per info 02-433541). Un album che spazia i più diversi generi, un fil rouge pieno di ironia e di positività verso la risoluzione dei problemi della vita. E per Arisa è il sogno di una vita, da quando a soli quattro anni partecipò al primo concorso. Cantò «Fatti mandare dalla mamma» di Gianni Morandi.