Ariston è sempre più presente nelle case cinesi

Merloni TermoSanitari ha inaugurato lo scorso 16 aprile il terzo stabilimento produttivo in Cina, a Wuxi, nel Jiangsu. La costruzione della terza fabbrica, che permetterà di raggiungere a regime 2 milioni di pezzi l’anno, è stata conclusa in febbraio. Lo stabilimento è situato nel medesimo sito dove sono collocate le altre due fabbriche di Mts Group: la prima si estende su una superficie di 35mila metri quadrati, la seconda su 27mila.
Il nuovo impianto sarà dedicato alla produzione, per il mercato cinese e gli altri mercati del Far East, di scaldacqua elettrici e a gas, sistemi solari, caldaie e componenti e sarà affiancato da un centro avanzato di ricerca e sviluppo.
La decisione di concentrare gli investimenti nella produzione in un’area specifica (Wuxi) permette di stabilire relazioni efficaci con le autorità locali. Mts Group è presente in Cina dal 1986, e il suo fatturato generato dalle attività in questo Paese è cresciuto progressivamente sino a raggiungere nel 2006 i 110 milioni di euro, con una sostenuta crescita (più 30%) rispetto agli 85 milioni realizzati nel 2005. Oggi Mts in Cina conta 1.500 dipendenti e 20 filiali, comprese 180 persone nel servizio post-vendita.
La produzione sotto la Muraglia ha raggiunto lo scorso anno 1,5 milioni di pezzi, con un incremento del 30% rispetto al 2005. Due i marchi presenti, Ariston, il brand globale del gruppo che detiene una posizione di leadership, ed Elco, che ha una riconosciuta competenza nelle tecnologie più avanzate: energie rinnovabili, solare, risparmio energetico. Ariston, introdotto nel 1986, è oggi leader in Cina nel riscaldamento domestico e nell’acqua sanitaria. Nel 2006 è stato introdotto sul mercato cinese il marchio Elco, che si caratterizza come fornitore chiavi in mano, business to business, di soluzioni per il riscaldamento e la climatizzazione degli ambienti.