Armati di spranghe e bastoni volevano farsi giustizia da soli

Due giovani se ne andavano in giro per via Canzio, a Sampierdarena, armati di spranghe e bastoni quando sono stati fermati da una volante della polizia. Agli agenti i due, di 25 e 31 anni, entrambi genovesi, hanno spiegato che avevano intenzione di farsi giustizia da soli nei riguardi di alcuni albanesi che spadroneggiavano nella zona. Ovviamente le armi improprie sono state sequestrate e i due sono stati diffidati dal compiere qualunque azione violenta.
A Sampierdarena resta comunque il problema della presenza sempre più accentuata di extracomunitari che in alcune aree riescono a terrorizzare gli abitanti con il loro comportamento. In particolare i più pericolosi sono gli ecuadoriani che spesso e volentieri diventano protagonisti di risse e pestaggi in zone che fino a qualche anno fa erano assolutamente tranquille. Subito dopo i sudamericani vengono gli albanesi che in fatto di violenza non sembra abbiano da imparare nulla da nessuno.