Arpe: Manodori si rafforzi nel patto di sindacato

L’ad di Capitalia Matteo Arpe ha auspicato che la Fondazione Manodori rafforzi il suo ruolo nel patto di sindacato di Capitalia. Lo ha detto incontrando a Reggio Emilia il consiglio generale e il consiglio di amministrazione della stessa Fondazione. La fondazione reggiana, guidata da Antonella Spaggiari, è azionista di Capitalia con il 3,153% (nel patto di sindacato) e di Fineco (avviata a fusione in Capitalia) con il 5,786%. Nel nuovo assetto del gruppo Capitalia la Manodori avrà una quota del 3,89% e se la manterrà tutta nel patto di sindacato avrà un ruolo di primo piano. La decisione della Fondazione potrebbe essere ufficializzata prima delle assemblee che esamineranno le fusioni in Capitalia di Fineco e di parte del Mediocredito Centrale. Arpe e Spaggiari intendono valutare la fattibilità anche in area reggiana di una “Carta Etica” come quella recentemente lanciata a Roma.