Arrestati 8 soldati rilasciati dai curdi

Ankara. Otto soldati turchi, rilasciato la scorsa settimana dai separatisti curdi del Pkk che li avevano rapiti nella zona di confine con l’Irak, sono stati arrestati per ordine del tribunale militare della provincia di Van, nell’Est della Turchia, con l’accusa di aver disobbedito agli ordini attraversando senza autorizzazione la frontiera irachena. Prima dell’arresto, gli otto avevano risposto agli interrogatori delle procure militari di Ankara e di Van. I guerriglieri curdi avevano catturato i militari lo scorso 21 ottobre in un’imboscata che costò la vita a 12 soldati. In seguito all’incidente era salita pericolosamente la tensione al confine turco-iracheno e il Parlamento di Ankara aveva approvato un documento che autorizzava interventi delle Forze armate nel Nord dell’Irak, dove i guerriglieri del Pkk hanno le loro basi.