Arrestati due amici della donna trovata in fondo al lago

La sorte di Chiara Bariffi, 30 anni, di Bellano, in provincia di Lecco, rimase misteriosa per quasi tre anni. Scomparve il 30 novembre di sei anni fa, dopo una serata con degli amici, e il suo corpo, all’interno della sua auto, fu trovato solo nel settembre di tre anni fa, grazie anche all’aiuto della discussa sensitiva Maria Rosa Busi, nelle acque del ramo lecchese del lago di Como. Ora, per quella morte misteriosa sono scattati due arresti: nel carcere di Monza si trovano due degli amici che quella sera erano con lei e che adesso sono accusati dell’omicidio. Sono Sandro Vecchiarelli, 58 anni, pensionato, e Massimo Barilli, 41 anni, secondo gli investigatori entrambi con piccoli precedenti penali. Vecchiarelli è accusato anche di spaccio di droga.