Arrestati in Spagna 15 no global italiani

Quindici no global italiani, tra cui cinque giovani attiviste veneziane dei Centri sociali Rivolta e Morion, sono stati arrestati vicino a Barcellona per aver manifestato contro la costruzione di un nuovo Centro di permanenza temporanea, che sarà il più grande della Spagna. Le ragazze erano partite giovedì per la Spagna. «Sono stati portati nel commissariato di Barcellona - fa sapere Luca Casarini leader dei Centri sociali -. Le accuse sono di danneggiamento e manifestazione non autorizzata». Complessivamente, sarebbero 49 i disobbedienti arrestati. Dopo aver occupato i cantieri del Cpt ed esposto striscioni di protesta, i no global avevano cominciato a smontare la struttura.