Arrestato Arena boss latitante da diciott’anni

Nascosto all’interno di una cassapanca, una sorta di “bara”, occultata nell’armadio della sua abitazione. Era il covo ricavato nella sua casa, nel rione di Librino (Catania), del boss Giovanni Arena, 56 anni, capo dell’omonimo clan, ricercato da 18 anni. Il suo nome era inserito nella lista dei 30 latitanti più pericolosi d’Italia stilata dal Viminale. Arena, sfuggito nel dicembre del 1993, era stato condannato in contumacia all’ergastolo per omicidio. Era ricercato anche per associazione mafiosa, detenzione di armi e traffico di droga. Ieri l’arresto.