Arrestato finto funzionario regionale: vendeva tessere per servizi online

Una scheda magnetica della Regione da utilizzare in internet per usufruire di servizi. Questa la proposta fatta a diversi esercizi commerciali da un truffatore 59enne già noto per truffa e concorso in associazione a delinquere. I titolari però hanno sentito puzza di bruciato

Bergamo - Un finto funzionario della Regione Lombardia è stato smascherato e denunciato per truffa, dopo aver tentato di raggirare decine di commercianti in provincia di Bergamo e Cremona, ai quali aveva proposto l’acquisizione di una scheda magnetica della Regione da utilizzare in internet per usufruire di servizi. La tecnica messa a punto dal truffatore, un pregiudicato milanese di 59 anni residente a Sesto San Giovanni (Milano) era assai ingegnosa. Giorni fa l’uomo ha contattato telefonicamente le sue vittime, offrendo una tessera gratuita da utilizzare online per il disbrigo di alcune pratiche (rilascio di autorizzazioni, richieste di servizi, ecc), e la cui password sarebbe stata recapitata a domicilio per soli 10 euro da un corriere espresso. Ieri pomeriggio il 59enne, fingendosi un addetto della Sda, si è presentato in alcuni negozi di Osio Sotto (Bergamo) e Dalmine (Bergamo) per consegnare la busta, chiedendo i 10 euro per la consegna dei documenti. Il titolare di un bar di Osio si è insospettito e ha allertato i carabinieri, che sono intervenuti e hanno denunciato il truffatore. L’uomo aveva riprodotto sulle buste il logo del corriere espresso e indicato come mittente il Centro Servizi della Regione Lombardia. All’interno di ogni missiva c’era un foglio formato A4 con un codice e l’avviso che la fantomatica tessera magnetica sarebbe stata recapitata entro due mesi per posta. Così facendo, l’uomo sperava di truffare decine di commercianti, incassando 10 euro da ognuno. Il 59enne, che ha precedenti per truffa e concorso in associazione a delinquere, è stato smascherato e denunciato.

Milano - Rapinato del Rolex da circa 50mila euro mentre scendeva dall’auto. La vittima è un italiano di 67 anni, che questa mattina alle 9.30 ha parcheggiato la macchina in via Doria. Due rapinatori lo hanno spinto e costretto a consegnare l’orologio. I due sono scappati con il bottino in sella a uno scooter.