Arrestato mentre scatta la libertà

Circa 190 detenuti hanno lasciato sino a ieri sera il carcere di Marassi e una ventina quello di Pontedecimo, mentre sono 180 i condannati a pene alternative (domiciliari, semi liberi servizi sociali), beneficiari dell’indulto. Qualcuno però è finito in prigione quando la legge era già in vigore. É il caso di un piastrellista genovese di 28 anni, prelevato alle 6 del primo agosto dai carabinieri di Capriata d’Orba e portato nel carcere di Alessandria per scontare 2 anni, di cui non sapeva nulla, perchè, condannato in contumacia nel 2004 per un piccolo spaccio risalente al 2000, non era stato informato dal difensore d’ufficio. L’altro ieri il legale di fiducia Paolo Frank ha sollecitato la scarcerazione.