Arrestato spacciatore tunisino

Aveva scelto Villa Borghese come luogo dove spacciare ma la scorsa sera M.S., tunisino di 30 anni, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Roma Vittorio Veneto. Il pusher, in Italia senza regolare permesso di soggiorno, da tempo aveva stabilito la sua attività di spaccio di stupefacenti in quello che è considerato uno dei più importanti polmoni verdi della Capitale. L’altra sera i Carabinieri, dopo che da giorni ne controllavano i movimenti, si sono avvicinati per controllarlo. Il tunisino, seduto nei pressi del Galoppatoio in attesa del cliente, ha tentato di dileguarsi, disfacendosi della droga che nascondeva nelle tasche dei pantaloni, gettandola all’interno di un tubo di scarico per le acque piovane. A nulla è valso il tentativo di fuga dello spacciatore che è stato immediatamente fermato e ammanettato con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. I Carabinieri hanno inoltre recuperato e sequestrato gli involucri gettati dallo spacciatore che contenevano complessivamente trenta grammi di eroina.