Arresti domiciliari per tre ultrà interisti

Restano agli arresti domiciliari (in attesa dell’udienza fissata al 28 febbraio) tre dei quattro ultras interisti fermati ieri dalle forze dell'ordine all'esterno dello stadio di Verona, al termine di Chievo-Inter. Per il quarto è stato disposto l'obbligo di firma. Lo ha deciso il Tribunale di Verona durante l'udienza con rito alternativo per direttissima. I quattro erano stati trovati in possesso di tre grossi petardi, biglie d'acciaio ed un tubo lungo 50 cm. recante slogan violenti e croci celtiche. I quattro tifosi nerazzurri, tra i 22 e i 28 anni, sono i primi arrestati dopo l'introduzione del decreto «tolleranza nero» contro la violenza negli stadi.