Arretra Carifirenze (-5%)

Piazza Affari si è allineata al trend delle altre Borse europee e chiude in calo dello 0,3%, trascinata al ribasso dai titoli energetici; realizzi sul Midex (meno 0,7%), mentre chiude con un modesto positivo l’indice AllStars (più 0,13%). Riprende consistenza il volume di scambi, pari a un volume di 3,6 miliardi. Il listino azionario è stato influenzato negativamente dal calo, pressoché generalizzato, del comparto energetico, con Erg che perde quasi il 4%, mentre Saipem arretra del 2% ed Eni dell’1,2%; penalizzate anche le azioni di aziende legate all’energia, come Socotherm che perde quasi il 3% e Tenaris poco meno del 4%. Trascurate le Fiat, che limano circa l’1%. L’interesse degli operatori si è rivolto al gruppo Pirelli (più 0,6%) in vista dei nuovi assetti societari del gruppo che riporteranno in Borsa il settore pneumatici. Bene anche Telecom (più 1,3%). Per quanto riguarda i bancari si rafforza sui massimi Montepaschi (più 0,5%), ritraccia invece Carifirenze (meno 5,3%), brillantissima nei giorni scorsi mentre una certa irregolarità si nota per le «popolari». Dopo i recenti rally stop per Italease (meno 4,3%) e Fiera Milano (meno 2,3%).