Arriva Bagnasco: La Spezia «blindata»

da La Spezia

Tutto pronto, anche se c'è un po’ di preoccupazione tanto da obbligare a super controlli di polizia, per la visita alla Spezia, prevista per oggi, del presidente della Cei e arcivescovo di Genova Angelo Bagnasco. Bagnasco, il metropolita della Liguria, sarà infatti alla Spezia, per presiedere alle 18, in Cristo Re, la messa pontificale per l'anniversario della dedicazione della cattedrale e a ricordo dei 50 anni dalla morte di Itala Mela.
Le preoccupazioni arrivano dopo il ritrovamento della busta, contenente un proiettile, recapitata in curia a Genova e dopo che ignoti avevano lasciato altre scritte minatorie su un mezzo-regia mobile in uso all'emittente diocesana spezzina Tele Liguria Sud. Per questo è previsto uno speciale controllo nell'area della cattedrale spezzina, oltre ad una adeguata scorta per proteggere l'alto prelato.
La visita rientra nelle commemorazioni di Itala Mela, la «serva di Dio spezzina», che fu scelta dai vescovi liguri tra le figure più significative dei cattolici italiani del '900 al convegno di Verona. Ieri sera, nel Duomo di Genova, Bagnasco ha celebrato la messa in suffragio di Giuseppe Siri ricordando uno dei temi cari al suo predecessore, la luce.