Arriva «Confetti», metà film metà reality

Una storia d'amore non prevista e l'insorgere dell'epidemia dell'Aids. Il protagonista è Manu, sua sorella Julie e una serie di personaggi della media/alta borghesia francese che ruotano intorno a loro. André Téchiné si confronta con il tema dell'Aids con I Testimoni, il film ambientato a Parigi, nell'estate del 1984, interpretato da Emmanuelle Béart e Julie Depardieu, che racconta la genesi di una malattia che si rivela essere una vera e propria tragedia.
La tradizione e vecchie faide che caratterizzano il mondo dell'hip-hop, in un film che celebra l'orgoglio del genere. In sala Stepping-Dalla strada al palcoscenico, il film musicale diretto da Sylvain White, storia di DJ, un inquieto ragazzo di Los Angeles, talentuoso ballerino di stepping (un mix di hip-hop e danza africana), protagonista di «Save the last dance 2, Columbus Short» uno spettacolo che lo vedrà coinvolto nella fiera delle rivalità che oppone due confraternite che si sfideranno nel corso dell'annuale campionato di stepping.
Tre coppie, in procinto di sposarsi, decidono di partecipare alla competizione «Il matrimonio più originale dell'anno» indetta dal magazine Confetti. In arrivo Confetti, il bizzarro film diretto da Debbie Isitt che segue come in un reality show la vita dei futuri sposi. Con lo stile del mockumentary (genere che racchiude lo stile documentaristico con elementi di finzione), Confetti, segue i loro progetti e le crisi che devono affrontare nel periodo di organizzazione, fino al fatidico giorno, in cui ne rimarrà solo una.
Arancini e gioventù di tendenza, un film sul passato e il futuro, tra processioni e microchip, con Agente matrimoniale, storia di un ragazzo costretto ad abbandonare Milano per far ritorno nella natia Catania, diretto dall'esordiente Christian Bisceglia, notato da Eleonora Giorgi in veste di produttrice, dopo la candidatura ai Nastri d'Argento con il suo corto, Il regalo di compleanno. Violare le catacombe di Parigi potrebbe essere senz'altro molto eccitante. Dà un sapore ancora più proibito il fatto che in questo luogo si possa organizzare un rave scatenato e bizzarro. È quello che succede in Catacombe (prodotto dagli stessi della saga di Saw con la pop star Pink), il thriller/horror di Tomm Coker e David Elliot che ambienta un divertimento che durerà molto poco, dopo la retata della polizia che causa una fuga in massa.