Arriva la Fiamma olimpica e riscalda il sogno milanese

Musica e sfilate in piazza Duomo, mostra e filmati a Palazzo Marino

Dalla Piana di Olimpia a piazza Duomo. Con una staffetta di centoventi tedofori, oggi il suggestivo viaggio della Fiamma Olimpica di Torino 2006 raggiungerà anche Milano da viale Isonzo, attraverserà la città accompagnato da un corteo di curiosi e finirà la sua emozionante avventura nel capoluogo sul palcoscenico allestito sotto la Madonnina, dove il campione olimpico alla sbarra Igor Cassina accenderà il braciere insieme al sindaco Gabriele Albertini e al presidente di Torino 2006 Valentino Castellani. La Torcia, che il 10 gennaio raggiungerà lo Stadio olimpico di Torino per dare ufficialmente il via ai Giochi invernali, inizierà la sua tappa milanese intorno alle ore 17 e 24, quando arriverà da Lodi, e l’approdo in piazza Duomo è previsto intorno alle 22. Il sacro fuoco passerà da piazzale Lotto, viale Monte Rosa, Papiniano, Beatrice D’Este, viale Buenos Aires, piazza Duca d’Aosta, corso Sempione, piazza San Babila, via Manzoni, piazza Castello, via Dante. E farà sognare chi spera che un giorno, non troppo lontano, anche Milano diventi sede dei Giochi.
Tra i tanti milanesi appassionati di sport che sono stati selezionati attraverso il sito internet ww.fiammaolimpica.it, parteciperanno alla staffetta anche campioni e volti noti dello spettacolo o della moda: da Adriano Galliani che correrà in viale Bianca Maria al nuotatore, ex primatista del mondo, Luca Sacchi in via Arona, da Marco Columbro (via Monti) ai campioni di pattinaggio artistico sul ghiaccio Barbara Fusar Poli e Maurizio Margaglio, che si scambieranno la fiaccola in via Carducci, da don Antonio Mazzi (via santa Sofia) ai cestisti Dino e Andrea Meneghin (via Sforza). E ancora: Linus (corso venezia), Giorgio Armani (lungo via Montenapoleone), Andriy Shevchenko (in via Manzoni). Ad accogliere l’ultimo tedoforo, il ginnasta Igor Cassina, sarà una piazza Duomo in festa. Già dalle ore 20 infatti avrà inizio uno spettacolo di sport, moda e musica presentato da Simona Ventura. L’evento ospiterà le sfilate di moda di Enrico Coveri, Alessandro De Benedetti e Stefano Guerriero e le esibizioni dei Gemelli Diversi e delle Vibrazioni, le testimonianza di campioni dello sport. Dalle ore 17 alla fine dell’evento, tram e autobus che incrociano il percorso della Fiamma potranno subire qualche rallentamento.
E per la prima volta, le storiche fiaccole utilizzate per accendere i fuochi delle Olimpiadi moderne dal 1936 ad oggi hanno lasciato il Museo di Losanna per essere esposte all’interno della mostra «Fuoco Olimpico» allestita da oggi a mercoledì primo febbraio (dalle ore 10 alle 19, ingresso libero) nella Sala Alessi di Palazzo Marino. Alcuni filmati ripercorreranno la storia del fuoco olimpico, e sarà esposto anche lo specchio ustorio con cui si accende la fiaccola all’inizio del viaggio. Si potrà scoprire, ad esempio, che la fiaccola che nel 1952 accese il braciere ad Helsinki fu la prima a viaggiare in aereo, o che quella di Tokio nel 1964 fu portata anche da un ragazzino nato ad Hiroshima il giorno dell’esplosione della bomba atomica.