Arriva dalla Francia il difensore per il Genoa

Il Genoa ha salutato il pre ritiro di Sestri Levante con un ultimo allenamento in allegria e tra l’abbraccio di centinaia di tifosi che hanno affollato il «Sivori». Oggi la squadra partirà dall’aeroporto Cristoforo Colombo alla volta di Innsbruck dove poi raggiungerà la vicina Neustift nella valle dello Stubai. Ai 29 convocati dovrebbe aggiungersi il venticinquenne Mariano Stendardo, che come il più conosciuto fratello Guglielmo fa il difensore. Nell’ultima stagione ha militato nel Messina che però è fallito e quindi arriva a parametro zero. Sarà il tecnico rossoblù Giampiero Gasperini a dire se Stendardo rimarrà alla sua corte oppure verrà girato in prestito ad un altro club nelle prossime settimane.
Di sicuro il Genoa, come ha annunciato lo stesso presidente Preziosi, è a caccia di un difensore. In questo senso entro domani si saprà se la caldissima pista che porta al serbo Marko Basa si concretizzerà. Il 26enne centrale del Le Mans, considerato uno dei migliori difensore della Ligue 1 transalpina, garantisce buona tecnica e soprattutto una certa fisicità essendo alto un metro e 91. Gasperini è stato chiaro: «Per migliorare il buon campionato dello scorso anno abbiamo bisogno a questo punto di due pedine molto forti, altrimenti preferisco puntare su giocatori che conosco». Per Basa il Le Mans avrebbe sparato subito alto, circa 6,5 milioni di euro, ma l’acquisto del calciatore potrebbe alla fine arrivare per una cifra inferiore.
Intanto resta sempre d’attualità il nome di Maurizio Domizzi. Il giocatore del Napoli ha un prezzo considerato troppo elevato dal Genoa, i partenopei chiedono circa 7 milioni. In questo quadro si può prevedere la partenza, di Alessandro Lucarelli che piace al Parma. Sempre sul piano cessioni il Genoa ha da piazzare Marco Di Vaio che con Gasperini non troverebbe spazio visto che nei prossimi giorni a Neustift arriverà finalmente l’uruguayano Olivera che dopo l’ultimo match col Penarol potrà lasciare il suo paese per raggiungere i nuovi compagni. E su Olivera c’è la raccomandazione speciale di Carlos Aguilera ieri pomeriggio protagonista al Trofeo Currò tra tante glorie rossoblucerchiate: «Olivera è forte e il Genoa – ha detto il Pato – potrà sicuramente esaltarne le qualità».