Arriva il gelo: temperature sotto lo zero

In poche ore un calo di sette gradi. Previsto vento freddo

Cappello ben calcato, sciarpa e guanti. Era l’abbigliamento più comune ieri. Un 20 novembre tra sole e freddo. Il termometro ha segnato, per la prima volta questo autunno, -1 di minima (e 10 gradi nell’ora più calda). Un anticipo di un mese sull’inverno? Tutto nella norma o quasi, ha rassicurato Giovanni Dipierro, meteorologo del centro Epson: «Il freddo intenso è arrivato da quarant’otto ore - ha spiegato - ieri infatti abbiamo registrato zero di minima e 12 di massima. Il giorno prima, venerdì, 6 gradi era la temperatura più bassa e 13 la più alta». In poche ore un calo di sette gradi, che abbiamo avvertito nelle ore più fredde della giornata, alla sera e al mattino presto. Effetto dell’aria fredda calata dal Nord che ha provocato non poche gelate nelle campagne e che ha abbattuto la colonnina di mercurio ben al di sotto delle minime stagionali (che si aggirano sui 4 gradi).
Cosa succederà oggi? In sostanza avremo freddo come ieri, sono previsti gli stessi gradi, accompagnati da un cielo sereno. «Le novità si presenteranno nella notte - ha anticipato Dipierro - con l’arrivo di altri venti freddi, questa volta da est. Porteranno nuvole e quindi aumenterà il rischio di precipitazioni». Potrebbe nevicare in città? «Eventualità remota ma possibile - ha puntualizzato l’esperto -. È più corretto dire che in tutta la pianura lombarda potrebbero esserci dei rovesci, in qualche caso anche neve». In ogni caso, la perturbazione sarà velocissima: martedì mattina le nuvole verranno spazzate via e tornerà il sereno. Questi ricambi d’aria un vantaggio ce l’hanno: spazzano le polveri. E riducono al minimo il rischio nebbia.