Expo, arriva il gran finale

Sabato è l'ultimo giorno dell'Esposizione Universale. Cerimonia di chiusura con il presidente Mattarella. Molti gli eventi fra i padiglioni e in città. Ecco come gustarsi l'evento fino in fondo. Cancelli chiusi alle 17

Siamo alla fine. Sabato, data limite dei sei mesi di Expo Milano 2015, i cancelli sono già pronti a chiudere in anticipo. Alle cinque del pomeriggio scatterà l’ora della serrata e, almeno per i turisti, Expo sarà ufficialmente finito. Chi sarà dentro potrà uscire alle 24, ma sarà a quell’ora che si staccherà l’ultimo biglietto. Già oggi però il calendario è fitto: da eventi minori, come la due giorni di jazz organizzata dall’Ungheria, a quelli ufficiali con gli organismi internazionali. La cerimonia conclusiva di sabato, con tanto di presenza del capo dello Stato Sergio Mattarella, non sarà che la ciliegina sulla torta di un lungo fine settimana di premiazioni, feste e ultimi brindisi.

Un giro di valzer che inizia già oggi con un primo bilancio: all’Expo Centre è la giornata del Bie, il Bureau International des Expositions, l’organismo internazionale che gestisce le Espo sizioni Universali. Per l’occasione saranno conferite 24 medaglie padiglioni più rappresentativi di Expo: saranno premiati la qualità dei contenuti, il concept e la struttura. Sarà anche l’occasione per il passaggio di bandiera con l’Esposizione di Dubai 2020. E non è il solo premio. Nell’Unicredit Pavillion, in piazza Gae Aulenti, si consegnano i riconoscimenti per i padiglioni che hanno saputo interpretare meglio il tema «nutrire il pianeta». E il premio del Class Expo Pavillion Eritage può contare su una giuria di primissimo piano: Letizia Moratti, Romano Prodi, il cardinale Tagle, Shenggen Fan, Maria Cruz Alvarez e il premio nobel Eric Maskin.

Nello stessa giornata si celebrerà anche il dispositivo di sicurezza che per ora è uno dei fiori all’occhiello di questi sei mesi: il ministro della Difesa Roberta Pinotti, il capo di Stato maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano e il capo di Stato maggiore dell’esercito Danilo Errico, saluterà gli oltre 2.300 uomini impegnati nell’operazione «Strade sicure» e nella sicurezza del sito di Rho.

Per eventi meno istituzionali si potranno visitare alcuni padiglioni come quello del Giappone, area ristorante, dove proprio mentre si discute della carne rossa verrà presentata la carne di manzo Jyoshu Wagyu, pregiatissima e screziata dalle venature sottile del grasso, orgo- glio della tradizione culinaria asiatica. Nell’area esterna del Padiglione Vino, poi, ci sarà Vino is aperitivo. Dalle17si stappano bottiglie di pregio per una degustazione da tre assaggi che costa 10 euro. E per mitigare l’impatto alcolico, qualche boccone invitante offerto dal salumificio Ferrarini.

Per sabato poi Cascina Triulza festeggia la fine con vari eventi, tra i quali laboratori di animazione per bambini, CineConcerto su Dr. Jekyll and Mr. Hyde, il trio jazz pop Virgianza, uno spettacolo di danza dell'Ecuador, per finire con un DJ Set con Marc Brunelli.

E non è che fuori dall’area di Rho non ci siano eventi: lo stesso cartellone della Scala, molto ricco nei mesi di Expo, si chiude venerdì 30 ottobre (alle 20) e sabato 31 ottobre (alle 21) con il Galà des Étoiles, che raduna alcuni dei più bei nomi della danza internazionale. Le tre étoiles scaligere Svetlana Zakharova, Roberto Bolle e Massimo Murru,affiancate dalle stelle scaligere emergenti (Nicoletta Manni, Claudio Coviello e Mick Zeni) sono solo alcuni dei nomi presenti. E stiamo parlando soltanto di alcune delle feste che si celebrano per i sei mesi in cui Milano è stato al centro del mondo. Anche nei teatri, come al Piccolo dove Robert Wilson sabato chiuderà le rappresentazioni di Odyssey, e nei musei, che hanno vissuto settimane di grande fermento.