Arriva Kl34’, il piccolo yacht

NOVITÀ IN CASA SESSA MARINE. Quattro esemplari full optional. Debutto ufficiale al salone nautico di Cannes

«Key Largo 34’ è il risultato di un fine studio di marca e di un pro­get­to intelligentemente pianifica­to, mese dopo mese,con l’obietti­vo di rimanere sempre all’avan­guardia e di racchiudere tutto ciò che ne fa il top del settore». Così Riccardo Radice, general manager marketing & sales di Ses­sa Marine, nonchè capo del pro­getto che ha portato alla realizza­zione del nuovo open di 34 piedi. Un progetto ambizioso per il qua­le il cantiere lombardo non ha ri­sparmiato sforzi sin dal primo schizzo»: 1500 files creati, 200 me­tri quadrati di fresature tridimen­sionali in 3D con più di 300 pezzi differenti che compongono la bar­ca. Ben proporzionato in ognuna delle sue linee, il design del «Kl 34’»-firmato da Christian Grande - rappresenta la combinazione ideale tra sportività ed eleganza, richiamando l’ammiraglia della gamma,la«Kl 36’».Ed è un perfet­to esempio di ottimizzazione de­gli spazi visto il risultato sorpren­dente per un 34 piedi: altezza in ca­bina di 1,90 metri; grande salone convertibile in cabina armatoria­le; angolo cucina con microonde e frigo da 100 litri. Dietro la scala c’è una seconda cuccetta doppia, divisibile in due letti separati, per un totale di quat­tro posti letto. La postazione di pi­lotaggio è decisamente innovati­va, simile all’abitacolo di un jet: la consolle permette una lettura estremamente rapida e intuitiva delle informazioni essenziali. Il bracciolo ricoperto di pelle e posi­zionato tra i due sedili accoglie Vhf, oggetti e bevande. La motoriz­zazione è affidata a due Yamaha V6 F300, capaci di far tenere al mezzo un range di velocità tra i 40 e 45 nodi, in totale sicurezza. Per lanciarlo nella stagione «giusta», Sessa Marine ha deciso di varare 4 esemplari nella versio­ne full optional che toccheranno molti porti del Mediterraneo. Poi debutto ufficiale a Cannes. Subito dopo-a Genova-il«Kl 34’»versio­ne entrofuoribordo (due Volvo Penta benzina 5.7 V8 o turbodie­sel common rail D3, versioni con trasmissione piede poppiero).