Arriva Kl34’, il piccolo yacht

«Key Largo 34’ è il risultato di un fine studio di marca e di un progetto intelligentemente pianificato, mese dopo mese, con l’obiettivo di rimanere sempre all’avanguardia e di racchiudere tutto ciò che ne fa il top del settore».
Così Riccardo Radice, general manager marketing & sales di Sessa Marine, nonchè capo del progetto che ha portato alla realizzazione del nuovo open di 34 piedi. Un progetto ambizioso per il quale il cantiere lombardo non ha risparmiato sforzi sin dal primo schizzo»: 1500 files creati, 200 metri quadrati di fresature tridimensionali in 3D con più di 300 pezzi differenti che compongono la barca. Ben proporzionato in ognuna delle sue linee, il design del «Kl 34’» - firmato da Christian Grande - rappresenta la combinazione ideale tra sportività ed eleganza, richiamando l’ammiraglia della gamma, la «Kl 36’». Ed è un perfetto esempio di ottimizzazione degli spazi visto il risultato sorprendente per un 34 piedi: altezza in cabina di 1,90 metri; grande salone convertibile in cabina armatoriale; angolo cucina con microonde e frigo da 100 litri.
Dietro la scala c’è una seconda cuccetta doppia, divisibile in due letti separati, per un totale di quattro posti letto. La postazione di pilotaggio è decisamente innovativa, simile all’abitacolo di un jet: la consolle permette una lettura estremamente rapida e intuitiva delle informazioni essenziali. Il bracciolo ricoperto di pelle e posizionato tra i due sedili accoglie Vhf, oggetti e bevande. La motorizzazione è affidata a due Yamaha V6 F300, capaci di far tenere al mezzo un range di velocità tra i 40 e 45 nodi, in totale sicurezza.
Per lanciarlo nella stagione «giusta», Sessa Marine ha deciso di varare 4 esemplari nella versione full optional che toccheranno molti porti del Mediterraneo. Poi debutto ufficiale a Cannes. Subito dopo - a Genova - il «Kl 34’» versione entrofuoribordo (due Volvo Penta benzina 5.7 V8 o turbodiesel common rail D3, versioni con trasmissione piede poppiero).