Arriva «Mia», il primo mensile gratuito tutto in rosa

Fabrizio De Feo

Il battesimo avverrà entro la fine della settimana. Nel weekend, in molti banchetti sparsi per la Capitale, verrà distribuito un esperimento editoriale anomalo e interessante. Si tratta di «Mia», il primo mensile free press di Roma tutto al femminile che punta, manco a dirlo, a «mettere la donna al centro dell’universo». Un progetto firmato da Paola Guerci - ex assessore alla Cultura della Provincia di Roma e personalità fortemente impegnata sul fronte della difesa dei diritti delle donne - e da Fabio Torriero, direttore della rivista «La Destra» e intellettuale capace di fornire chiavi di lettura della politica e della società mai scontate. Il tutto impreziosito da una strategia di comunicazione curata da Tiziana Rocca, uno dei nomi di punta del settore, che in questa rivista si ritaglierà anche un ruolo da editorialista.
Il primo numero - in copertina una splendida Nicole Kidman - fornisce subito un assaggio delle idee che il mensile si propone di perseguire e sviluppare. Si va da un servizio sulle «portavoci» celebri: Ilaria Capitani per Walter Veltroni e Rita Fantozzi per Gianfranco Fini. Si passa attraverso una intervista all’assessore alle Politiche sociali del Comune di Roma, Raffaela Milano, su «Roma, capitale del volontariato», fino al divertente gossip storico su personaggi come Hegel, Rousseau e Tommaso d’Aquino.
Temi alti, culturali o sociali, intervallati da articoli più leggeri sul trucco mattutino, i consigli per il primo appuntamento e quelli dell’avvocato di cui tenere conto in caso di separazione matrimoniale. Un menu ricco e tutto da scoprire capace di fornire svago, riflessione e divertimento all’altra metà del cielo.