Arriva il ministro Amato per parlare dei rinforzi

Il ministro dell'Interno, Giuliano Amato, sarà a Palazzo Marino il 20 settembre per parlare con il sindaco Letizia Moratti di sicurezza in città, dopo gli episodi di violenza sessuale di questi giorni. Ad annunciarlo è stato lo stesso sindaco, ieri in prefettura: «Ho contattato il ministro - ha annunciato la Moratti - per capire quale sia la dotazione ideale di forze dell'ordine a Milano. Amato arriverà in città e assieme studieremo le misure per rendere più sicura e vivibile Milano». Le richieste al governo del Comune non si fermano qui. Letizia Moratti ha contattato telefonicamente anche il ministro della Giustizia, Clemente Mastella. L'obiettivo è quello di arrivare a una revisione del codice di procedura penale che preveda il processo per direttissima a quanti sono accusati di aggressione per stupro. «Da parte del ministro c'è stata la disponibilità a studiare questa modifica», ha detto il sindaco. Inoltre il sindaco ha confermato che il Comune si costituirà parte civile nei processi nei confronti degli accusati di stupro. A Barbara Pollastrini, titolare del dicastero delle Pari Opportunità, il primo cittadino ha chiesto invece sostegno, anche economico, nell'ambito della prossima legge finanziaria, al progetto che il Comune metterà in campo di un ufficio assistenza vittime in collaborazione con la Asl.