Arriva in Parlamento la nostra inchiesta sui «730» a peso d’oro

Il Carroccio vuole vederci chiaro. Il capogruppo alla Camera della Lega, Roberto Cota, oggi presenterà un’interrogazione durante il question time riguardante il caro-dichiarazioni denunciato dal Giornale. Il deputato leghista intende sapere dal governo se «liberalizzerà l’attività di patronato e assistenza sociale». Quesito suscitato dall’inchiesta riguardante il raddoppio delle tariffe richieste dai sindacati confederali per compilare presso i propri centri di assistenza fiscale le dichiarazioni dei redditi. Una consulenza può costare fino a 120 euro, ma non si paga nulla se ci si iscrive al sindacato devolvendo mensilmente una piccola quota dello stipendio. Ecco perché Cota intende approfondire come mai i sindacati, che per la loro attività di assistenza ricevono contributi dall’Inps e dall’Agenzia delle Entrate, continuino a non essere obbligati alla «rendicontazione di bilancio». Trasparenza e chiarezza le pretendono anche i cittadini.