Arriva il piano per salvare piazza Duomo

Continua il dibattito sull’opportunità di usare piazza Duomo anche per manifestazioni «profane», ovvero concerti rock, comizi, maxischermi, sfilate. Dopo la proposta dell’assessore alla Cultura, Vittorio Sgarbi, di «eliminare» dagli spazi davanti alla cattedrale tutto ciò che non è consono alla tradizione ambrosiana, ieri il vicesindaco Riccardo De Corato ha proposto una delibera sui principi a cui si devono ispirare le manifestazioni organizzate in piazza Duomo. Per Sgarbi questo «regolamento» potrebbe «ridare dignità» a un luogo a lungo abbandonato a eventi e spettacoli di ogni genere. Molte le reazioni, tra le quali quella dell’assessore alle Attività produttive, Tiziana Maiolo: «Una delibera apposita? Va bene - ha commentato - ma ricordiamoci che non si dovranno porre limiti al bello e al piacevole. Piazza Duomo deve diventare la perla di Milano, si devono cacciare piccioni e ubriachi ma dovranno entrare la moda, il design, al cultura». E già si discute sulla opportunità o no di organizzare sfilate in piazza Duomo in occasione della settimana della moda.