Arriva il reparto dei poliziotti gay

Filippo Penati la considera una grande scommessa. Vuole fare come in America: una squadra di poliziotti omosessuali. Obiettivo? Occuparsi dei casi di ordine pubblico che coinvolgono le comunità gay o lesbiche, fugando il sospetto di trattamenti discriminatori o repressioni omofobiche. Ogni «spicchio» di società potrebbe essere riprodotta negli organici delle forze di polizia. E, inoltre, «quartieri gay nelle metropoli italiane purché non concepiti come dei ghetti».