Arriva La Russa e sul Carso sventola il Sole delle Alpi

Il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, arriva oggi a Trieste per festeggiare il 56esimo anniversario del ritorno della città all’Italia e gli ultrà padani issano per protesta il Sole delle Alpi. Il blitz è scattato domenica all’ex valico di Lipizza con la Slovenia. Un manipolo «indipendentista» ha tirato giù il tricolore per far sventolare il simbolo padano. Dopo un’ora sono intervenuti i carabinieri per issare di nuovo la bandiera italiana. Sedicenti «volontari verdi» avevano preannunciato il blitz con una telefonata al quotidiano locale il Piccolo. Giorgio Marchesich, leghista triestino duro e puro, non ha dubbi: «Condivido il significato del gesto, in polemica con la cerimonia per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia». Il capogruppo in Comune della Lega, Maurizio Ferrara, ha proposto di abolire le celebrazioni del ritorno di Trieste alla madrepatria devolvendo il budget previsto alle famiglie dei caduti nelle missioni militari all’estero.