Arriva la «social card» del Campidoglio Bonus-spesa di 100 euro ai meno abbienti

Ammonta a un milione di euro, recuperato grazie all’assestamento di bilancio, l’investimento del Comune di Roma per il progetto di solidarietà «Roma con te». Realizzato dall’assessorato alle Politiche Sociali capitolino, il progetto coinvolgerà 10mila persone e prevede l’assegnazione di un bonus spesa di 100 euro ai pensionati sociali e alle famiglie più indigenti per l’acquisto di prodotti alimentari durante le feste natalizie. «Si tratta di uno strumento semplice - ha spiegato ieri il sindaco Gianni Alemanno presentando l’iniziativa in Campidoglio - per fare solidarietà e stimolare i consumi». Il bonus permetterà di effettuare acquisti in vari supermercati convenzionati della capitale, e potrà essere utilizzato in un’unica soluzione o in diversi momenti. La carta, infatti, è suddivisa in 4 mini- bonus di 25 euro ciascuno, per consentire alle famiglie di poterla usare più volte entro il 31 gennaio. Cinquemila bonus potranno essere ritirati presso gli uffici postali, previa presentazione di una lettera inviata in questi giorni dal Comune di Roma in collaborazione con l’Inps, mentre gli altri 5mila saranno consegnati direttamente alle famiglie da 5 associazioni di ispirazione cattolica, impegnate nell’assistenza di persone svantaggiate. Gli assessori al Commercio e alle Politiche Sociali, Davide Bordoni e Sveva Belviso, hanno sottolineato che l’iniziativa si è resa possibile anche attraverso il sostegno di alcune catene commerciali aderenti, che hanno finanziato in parte il bonus. «Speriamo - si è augurato il primo cittadino - che le aziende facciano altre offerte in questo senso, così potremo attivare altri bonus». Per i cittadini e le imprese che vogliano contribuire a questa iniziativa con un’offerta, il Comune di Roma mette a disposizione un conto corrente di solidarietà per una donazione libera. A partire da gennaio, inoltre, l’amministrazione comunale metterà in campo altri progetti a sostegno delle fascie più deboli. «Si tratta di misure strutturali - ha spiegato Alemanno- ispirate al principio della sussidiarietà, che prevede un forte coinvolgimento delle associazioni. Con il nuovo Piano regolatore sociale cercheremo di fare in modo che i servizi vengano meglio distribuiti ai cittadini». L’incontro di ieri è stato anche l’occasione per ufficializzare la nomina di Maurizio Costanzo a consulente del sindaco. «Costanzo collaborerà con l’amministrazione comunale, a titolo gratuito, in qualità di consigliere per la comunicazione sociale - ha precisato Alemanno - il suo contributo è importante per aumentare il processo di comunicazione con i cittadini, per comprendere i loro bisogni e attivare la leva di una vera partecipazione». «A partire da gennaio usciremo dalla cittadella e porteremo la giunta in periferia - ha poi annunciato il sindaco - organizzeremo anche riunioni congiunte con le giunte municipali e promuoveremo un ascolto diretto con le associazioni, i comitati di quartiere, i cittadini».