Arrivano 60 milioni per salvare la Val Bormida

Si è svolta ieri al Ministero dello Sviluppo Economico la riunione per il rilancio dello sviluppo della Valle Bormida. Alla riunione hanno partecipato i rappresentanti degli enti locali (Regione Liguria, Provincia di Savona e IPS spa, Comune di Cairo Montenotte), dell’Agenzia per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa e dell’Autorità portuale di Savona. Sono stati confermati gli impegni di risorse pubbliche per 60 milioni di euro, di cui 30 milioni assicurati dal Ministero dello Sviluppo Economico e 20 milioni dalla Regione, per incentivazioni industriali, oltre ai circa 10 milioni previsti dal Ministero delle Infrastrutture per il comprensorio tra Cairo, San Giuseppe Bragno e Cengio. Gli investimenti privati mobilitati dall’Accordo di Programma sono stimati, ad oggi, in circa 450 milioni. Il ministro Scajola ha inteso così avviare a completamento il lavoro iniziato nel suo precedente mandato, accelerando una serie di interventi attuativi dell’accordo che egli stesso aveva promosso nel 2006.