Arrivano anche Emilio Carelli e i «Numbers»

Una sete di informazione che si fa sempre più forte. In questi ultimi anni i notiziari, i canali e i programmi di approfondimento hanno ottenuto un’attenzione sempre maggiore da parte del pubblico. Non c’è solo il caso eclatante del TgLa7 di Enrico Mentana che, con la forza dei suoi altissimi ascolti, ha rivoluzionato tutta la rete Telecom: in tutte le Tv a trainare il resto della programmazione sono le notizie. Spesso i talk d’attualità raggiungono platee molto più vaste dei varietà. Santoro docet: pur di ascoltarlo, gli spettatori sono disposti ad andare a cercarlo sulle reti locali, scanalando sul telecomando. E così i network investono sempre più energie e soldi. Oltre a Mediaset che da fine novembre vara Tgcom24, canale interamente dedicato alle news, 24 ore su 24, anche il concorrente Skytg24 che ha appena varato una ristrutturazione guidata da Sarah Varetto, sta mettendo a punto un nuovo talk d’approfondimento di prima serata. Realizzato e condotto da Emilio Carelli, partirà tra fine novembre e inizio dicembre. Da pochi giorni Raitre, sfidando qualsiasi legge televisiva, ha invece varato lo spazio di venti minuti La crisi: Lucia Annunziata si è impuntata insieme al direttore Antonio Di Bella (che minacciava addirittura le dimissioni) per andare in onda alle 20 contro i titani: Tg1, TgLa7 e Tg5. Risultato? Ottiene una buona audience... A gennaio dovrebbe invece vedere la luce su Raidue Numbers, programma di seconda serata più virato sull’economia, che partendo dai numeri si allarga alla politica. E altre iniziative sono in cantiere.