Arrivano i lucchetti dell’amore ma alla Spezia non sono una novità

Da Boccadasse alle Cinque Terre, da Alassio a Savona, tra gli innamorati dilaga la moda lanciata dal libro di Moccia e dal film con Scamarcio

(...) e che siano davvero innamorati, tanto da volere incatenare le loro vite insieme. E così la moda dei lucchetti dell’amore, come un’epidemia, dal romano Ponte Milvio è arrivata anche a casa nostra.
E trattandosi di una dolcissima usanza d’amore (la chiave, una volta ben serrata la catena con il lucchetto e perché la promessa valga davvero per tutta la vita, va lanciata lontano, nell’acqua, dove nessuno mai possa raggiungerla) era logico che uno dei primi luoghi battuti dagli innamori liguri per un impegno così duraturo fosse, appunto, la Via dell’Amore nelle Cinque Terre, la romantica e suggestiva passeggiata sugli scogli a picco sul mare tra i paesini di Riomaggiore e Manarola. Dalla Via dell’Amore alla vicina citta della Spezia, dove lucchetti e catene sono comparsi su due lampioni del Molo Italia, dove gli spezzini sono soliti «bighellonare» nel tempo libero. Anche se, a dire il vero, l’usanza delle catene e dei lucchetti qui non costituisce una novità assoluta: alla Spezia, infatti, proprio sul Molo Italia i militari di leva erano soliti lasciare in ricordo di qualche storia d’amore vissuta nei mesi della ferma il lucchetto con cui si chiude la sacca o lo zaino militare. Come dire che l’invenzione di Moccia, non è poi del tutto un’invenzione...
Da levante a Ponente. E trattandosi di innamorati ecco che i lucchetti cominciano a stringere d’assedio il Muretto di Alassio, celebre in tutto il mondo per i suoi fidanzatini. Da Alassio a Savona il passo è breve. Qui, su quello che dopo l’avvento del centro commerciale Ipercoop è stato ribattezzato il «ponte del Gabbiano», ci sono già trenta lucchetti, con le loro promesse d’amore saldamente strette alla ringhiera. Ma lucchetti sono stati avvistati anche fissati alle panchine di via Paleocapa nel centro di Savona.
La moda ha contagiato pure il vicino basso Piemonte, dove i centralissimi giardini pubblici di Ovada, con la loro ampia e accogliente cancellata, stanno diventando anch’essi fonte di reddito per i ferramenta della zona.
E qui a Genova? Gli innamorati hanno scelto Boccadasse per giurarsi eterno amore. All’inizio timidamente, pochi lucchetti, poi... chissà. L’amore, in fondo, è una catena.