Arrivano il super sms e le ricariche gratis

Maddalena Camera

da Milano

La convergenza fisso-mobile tra Telecom e Tim passa dall’instant messenger, il messaggio istantaneo, una specie di super sms. Internet si sposta dunque sulla rete mobile con uno dei servizi più usati di quella fissa che, a differenza dei normali messaggi, è anche chat e permette di conversare scrivendo. Questa è una delle novità di Tim presentate all’incontro dei venditori che si è svolto nei giorni scorsi a Parigi e che ha visto ordini per 3 milioni di telefoni di nuova generazione. «Per il momento il servizio di messaging è dedicato solo ai clienti Tim e Alice - ha spiegato Massimo Castelli, direttore mercato di Telecom - ma prevediamo che entro il 2007 sarà disponibile anche tra gli utenti di altri operatori mobili».
E quando tutti i servizi di instant messenger saranno interconessi tra loro si potranno contattare sia gli utenti di telefonia mobile (come è possibile ora via sms) sia quelli che hanno installato il programma sul loro computer. Per ora, però, per accedere al servizio Tim, che è gratuito fino a Natale, gli utenti per inviare messaggi da pc a telefonino oltre a essere clienti del primo operatore mobile italiano dovranno avere anche una casella di posta Alice Mail. E naturalmente un cellulare compatibile con il nuovo servizio che può però essere attivato via sms se si possiede un terminale di ultima generazione. Quanto ai costi ancora non sono stati decisi, anche se si prevede una tariffa flat o a messaggio per chi non genera grande traffico.
Tra le novità presentate a Parigi figura l’aumento della velocità sulla rete Umts a 3,6 Megabit (Umts Hi-Speed) con copertura del 48% della popolazione entro la fine dell’anno e l’abolizione dei 5 (o 2) euro di ricarica ma solo per gli utenti di Tim tribù. Questi ultimi possono disporre anche dell’innovativo sistema push-to talk che è in pratica il Messenger vocale, anche in questo caso gratuito fino a Natale. «Tim Tribù - ha aggiunto Castelli - vuole creare una comunità tra persone che sono in contatto tra loro. La novità è che non si tratta di una comunità statica ma dinamica. Tutti possono entrare a farne parte». Come? Pagando 7 euro per l’attivazione.