In arrivo la casa low cost è ecologica e si paga da sola

A basso costo, a misura di desiderio, a basso impatto. Questi i presupposti che hanno dato vita al progetto «Casa 100K», ideato dall’architetto Mario Cucinella con l’intento di soddisfare il sogno delle famiglie italiane: un appartamento da 100 metri quadri al costo di 100mila euro ed ecologico, ma che dia spazio alle differenti identità e modi di vivere.
«L’idea è quella di realizzare una casa in grado di restituire il senso del piacere dell’abitazione e capace di ripagare il prezzo dell’investimento con l’energia che è in grado di autoprodurre», ha spiegato Cucinella durante la presentazione della sua ricerca alla Triennale di Milano.
Dunque una casa che si avvalga di tutte le tecnologie disponibili per limitare i costi di costruzione senza compromettere la qualità. La casa del domani produrrà energia pulita e i proprietari potranno addirittura «vendere» i watt in eccesso e coprire così qualche rata del mutuo.
Il risparmio sulle spese di gestione sarebbe possibile, tra l’altro, grazie a impianti fotovoltaici, che assorbono l’energia solare in inverno e che fanno circolare l’aria in estate. Inoltre, per l’occasione, Italcementi sta sviluppando un nuovo tipo di calcestruzzo in grado di trattenere il calore nei mesi freddi e l’aria fresca in quelli più caldi.
«Il contenimento dei costi di realizzazione - ha spiegato l’architetto Cucinella - è invece consentito dall’utilizzo di una prefabbricazione leggera e flessibile, composta da pareti scorrevoli e curvabili e sistemi di chiusura a monoblocchi, che consentono di diversificare sia l’aspetto esterno che interno della casa in modo che si adatti agli usi e alle abitudini di chi ci vive».
Il risultato è un’abitazione componibile, che consente di dare libero sfogo a progetti, aspirazioni e stili abitativi diversi. La forma della casa del futuro può infatti essere decisa scegliendo tra le ipotesi offerte da una libreria di soluzioni, permettendo così la realizzazione di combinazioni spaziali che esprimano il desiderio di chi abita la casa.
Mostrato lo scorso luglio agli addetti ai lavori durante il Congresso mondiale degli architetti di Torino, il progetto sarà uno dei protagonisti della Mostra internazionale di architettura in programma alla Biennale di Venezia a partire dal 14 settembre.