In arrivo dagli Usa il navigatore gps che «legge» il traffico ed evita le code

Partendo dall’idea che ormai la stragrande maggioranza della popolazione possiede un cellulare, e che verosimilmente non se ne separa quando è alla guida, i ricercatori del Mit di Cambridge, nel Massachusetts, stanno approntando un nuovo sistema di controllo del traffico. Monitorando via satellite i dati provenienti dalle reti di telefonia mobile e incrociandoli con i dati dei gps dei mezzi pubblici, gli scienziati americani contano di riuscire a ricostruire in tempo reale la situazione del flusso veicolare di una grande città. Così, via sms, gli automobilisti potranno in futuro ricevere in tempo utile informazioni sulla via migliore da imboccare per arrivare a destinazione, evitando code e ingorghi.