In arrivo i grandi nomi del flamenco

Con la voce ha sedotto anche il regista Pedro Almodóvar, che ha scelto la sua interpretazione di Volver, celebre e malinconica canzone di Carlos Gardel, per la colonna sonora del film omonimo. Ora Estrella Morente, figlia del grande «cantaor» Enrique Morente, è pronta per incantare il pubblico del Parco della Musica inaugurando la seconda edizione della rassegna «Flamenco!» dal 12 al 22 settembre.
L’artista presenterà in prima nazionale la raccolta Mujeres, tredici canzoni in omaggio ad altrettante figure femminili, tra cui attrici e grandi nomi del flamenco come Carmen Linares. Il concerto permetterà alla cantora di Granada di spaziare tra tradizione e modernità, poli che in fondo influenzano l’intera manifestazione diretta da Juan Vela del Campo.
Quest’ultima si articola in tre parti, corrispondenti alle categorie dell’arte gitana: «el cante», il canto tradizionale flamenco; «el toque», il suono della chitarra accompagnato dal ritmo di mani e piedi; «el baile», la danza. Ai concerti e alle coreografie si alterneranno iniziative di altro genere, dalle proposte gastronomiche ai balli di gruppo sotto le stelle (le «Sevillanas»), dai «flamenco brunch» ai masterclass per ballerini, senza dimenticare la mostra fotografica dedicata al flamenco inteso come Paesaggio dell’anima, con 50 scatti di Gilles Larraín.
Oltre alla Morente, sono attesi altri giganti del «cante»: Arcángel, che presenterà il suo terzo album da solista (13 settembre); Pitingo, abile nell’aprire il flamenco alle contaminazioni del soul (17 settembre); José Menese, uno dei massimi cantaores non gitani, che terrà un recital accompagnato dal chitarrista Enrique de Melchor (18 settembre); la catalana Mayte Martin nello spettacolo dedicato ai «30 anos de amor al arte» (19 settembre); una delle sorprese del festival, Miguel Poveda, che con il ballerino Joaquin Grilo omaggerà la città di Jerez de la Frontera (21 settembre). Per le serate di toque, si segnalano il trio formato in esclusiva per Roma da Carles Benavent con Tino Di Geraldo e Jorge Pardo, apprezzati esponenti del jazz d’avanguardia e della fusion (14 settembre), e il celebre chitarrista e compositore Manolo Sanlucar (22 settembre). Infine, c’è attesa per gli spettacoli della ballerina di flamenco sperimentale Belén Maya (15-16 settembre) e del bailaor di Siviglia Israel Galvan (20 settembre).