In arrivo un kit per la sicurezza dei ciclisti

Smog, traffico, carobenzina. Sono diversi i motivi che spingono molti a usare la bicicletta. Le statistiche però segnalano che chi viaggia su due ruote è a rischio. Secondo l’Istat infatti il 9% degli incidenti avvenuti in Lombardia coinvolge un ciclista comportando costi sociali altissimi. Dall’analisi di questi dati nasce l’iniziativa «Occhio al ciclista», progetto pilota realizzato dal Pirellone e Fondazione 3M in collaborazione con Abbiategrasso, Pavia e Casalmaggiore, presentato al palazzo della Regione. Nelle prossime settimane verranno distribuiti in queste cittadine 3mila kit per la sicurezza dei ciclisti. «L’idea è quella di aumentare la visibilità del ciclista - ha spiegato Gianfranco De Gregorio della Fondazione 3M - così da ridurre il numero di incidenti in città e promuovere l’uso di questo mezzo di trasporto». Il kit è composto da tre elementi catarifrangenti: una bustina da posizionare dietro la sella, una fascia da indossare e delle bacchette da infilare nei raggi delle ruote. «Speriamo che l’utilizzo di questi strumenti - ha detto Paolo Baccolo direttore generale dell’assessorato Protezione civile, prevenzione e polizia Locale della Regione - diventi automatico come indossare la cintura di sicurezza in auto. Un piccolo accorgimento che può salvare la vita». Se il kit dovesse risultare efficace (verrà sperimentato nei succitati Comuni», il progetto sarà esteso all’intera Lombardia.