In arrivo multa fino a 3 milioni al giorno

da Milano

La multa che la Commissione europea dovrà decidere domani contro il colosso del software americano Microsoft potrebbe arrivare fino a 3 milioni di euro al giorno, pari al 5% del fatturato quotidiano. Lo hanno indicato diverse fonti vicine al dossier. La sanzione è stata minacciata da Bruxelles perché l'azienda di Bill Gates non ha rispettato la decisione della Commissione Ue del marzo 2004 che aveva già portato a un'ammenda di 497 milioni di euro. La Commissione aveva condannato Microsoft per abuso di posizione dominante e aveva ordinato di mettere sul mercato una versione del sistema operativo Windows senza il programma Media Player e di rendere disponibili le informazioni che avrebbero permesso ai concorrenti di sviluppare prodotti compatibili. Di fronte alla continua inadempienza di Microsoft però il commissario Ue alla Concorrenza Neelie Kroes ha minacciato di imporre una multa giornaliera a partire dal 15 dicembre 2005. Sarebbe la prima volta nella storia della Commissione che viene inflitta una multa per aver sfidato l’ordine di porre fine e rimediare ad un abuso. Il pagamento della penale, che potrebbe raggiungere le centinaia di milioni di euro, andrebbe appunto ad aggiungersi alla multa precedente. Intanto, secondo fonti di settore, l’Internet Explorer di Microsoft starebbe continuando a perdere quote di mercato poiché un sempre maggior numero di persone starebbe utilizzando il programma Firefox, che è liberamente scaricabile da Internet. La quota di mercato di Internet Explorer resta comunque elevata, all’83,1% del settore. Da parte sua Firefox ha raggiunto il 12,9% di quota di mercato. Il programma Safari della Apple ha invece solo l’1,8% di quota.