In arrivo un «vademecum» per il militante politico come antidoto anti-Veltroni

Un vademecum per il militante contro Veltroni, alcune regole semplici come antidoto alle furbizie del veltronismo. È l’ultima iniziativa annunciata dal coordinatore regionale del Lazio di Forza Italia Francesco Giro in previsione delle elezioni perché «Veltroni è un leader politico abile e temibile. Sottovalutarlo sarebbe un errore e per questo ci stiamo preparando con rigore in una campagna elettorale che sarà lunga e molto tesa». L’esponente di Forza Italia annuncia inoltre che sabato 23 febbraio verrà presentata «insieme al presidente di Fi, Silvio Berlusconi, la nuova Carta per Roma, un decalogo sulla capitale, 10 problemi e 10 soluzioni su tutti i temi cruciali all’ordine del giorno dell’agenda politica e amministrativa della nostra Città». Secondo Giro «sarà un’iniziativa importante promossa dal gruppo consiliare al Comune per lanciare il nostro progetto Roma» e ricostruire una città oggi precipitata in forte degrado. «Berlusconi - conclude il coordinatore del Lazio e romano di Forza Italia - in un anno accanto alle critiche ha sviluppato insieme a noi proposte serie e documentate su tutti i temi cruciali della città, dall’urbanistica alla mobilità; dal commercio alle attività produttive legate al turismo, alla cultura e all’innovazione tecnologica; dal decentramento amministrativo alla qualità dei servizi pubblici locali; dalle politiche sociali al volontariato e allo sviluppo del terzo settore. Oltre alla fase programmatica abbiamo promosso anche una grande mobilitazione organizzativa scandita in più tempi: la nascita della Consulta azzurra dei Municipi di Roma, le primarie di Roma con oltre 40 mila votanti, i 19 congressi municipali celebrati tutti in una sola giornata e infine la manifestazione sul Tevere, una prova visibile e clamorosa per esprimere l’attaccamento di Fi a Roma».