Un’«arte» antica per la fertilità

La danza del ventre, in lingua originale Raks sharqi, è un’arte antica le cui origini pare risalgano ai culti religiosi della “Madre terra” nei quali veniva usata per propiziare la fertilità e celebrare il parto. Al giorno d’oggi è una forma di intrattenimento, particolarmente adatta per modellare ventre e fianchi. La rotazione dei fianchi, l’oscillazione dell’addome e la torsione del tronco rilassano il bacino e i suoi organi interni migliorandone la circolazione e irrobustiscono la muscolatura dorsale mantenendola elastica, tanto da venire raccomandati per il trattamento di dolori lombari, scoliosi, lordosi e cifosi.