Arte e spettacolo insieme per aiutare la lotta alle leucemie

Giorgio Albertazzi, Alessandro Cattelan, oltre a Lucilla Agosti, Max Pezzali o Luciana Savignano, sono solo alcuni fra i nomi dello spettacolo che hanno aderito all’iniziativa dell’Associazione italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma che si terrà questa sera (ore 19), a Palazzo Clerici, via Clerici 5. Si tratta della sesta edizione di «Una mano per Ail», l’asta a favore dell’Associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma curata da Christie’s, che ha coinvolto trentotto personalità dello spettacolo e della musica, oltre a trentasette artisti contemporanei (come Alessandro Busci, Alessandro Papetti o Corrado Zeni). L’iniziativa ha lo scopo di raccogliere fondi da destinare alla realizzazione di importanti progetti sociali, e si tratta di un modo per far collaborare il mondo dell’arte con quello dello spettacolo, uniti da uno scopo benefico: ognuno dei personaggi, infatti, ha lasciato la sua impronta della mano su una tela, da cui gli artisti hanno poi tratto il loro quadro. Chi la parte anteriore, e chi ha invece impresso il palmo della propria mano. La metafora, comunque, è quella di lasciare un simbolo del gesto, dell’aiuto che si vuole dare con la realizzazione, e poi con l’acquisto di un’opera.
Ail è attiva in tutt’Italia grazie all’attività di varie sezioni provinciali che collaborano con i centri di ematologia. Indicativa è la partnership con Christie’s, la casa d’aste fondata nel 1766 da James Christies a Londra. L’11 giugno la stessa iniziativa, con altre personalità e artisti, sarà ripetuta a Roma (info. 02-6555834, www.ailmilano.it).