Arte e urbanistica, tutto fa moda per la Liso

Contaminazioni tra moda e arte, contaminazioni tra Roma moderna e Urbe, contaminazioni tra grigi gessati maschili e coloratissime righe che esaltano la femminilità. Susanna Liso presenta la collezione Le tartarughe autunno-inverno, che ha portato anche sulle passerelle parigine e, al tempo stesso, il new concept-store di Via Piè di Marmo, ristrutturato con originalità in materiali rigorosamente naturali. Tutto nel segno di una contemporaneità metropolitana, che sperimenta strizzando l’occhio al vintage. Le modelle sfilano nel nuovo negozio indossando morbide creazioni in lana e cachemire dai bustini trasformabili in sciarpe o gonne, vivaci miniabiti che s’ispirano a murales e graffiti, gilet o pantaloni con un taglio maschile rivisitato per lei. Sono gli stessi modelli immortalati da Severine Queyras nelle foto in mostra, che ritraggono le ragazze in angoli della Roma di periferia e del centro storico. Angoli che rappresentano anche il percorso stilistico della Liso, il percorso ChilometroSette come si chiama la collezione, dal Pigneto dove ha aperto il suo laboratorio di ricerca fino ai vicoli tra il Pantheon e piazza Venezia, passando per la tangenziale, Porta Maggiore, piazza Vittorio, la stazione Termini. Ed è un po’la storia di una stilista molto romana, ma molto attenta alle mutazioni internazionali del costume, della moda, della società insomma.
Altra inaugurazione affollata di vip e ancora molta originalità nella nuova boutique di Alberto Guardiani a piazza di Spagna, tra mocassini Drive da uomo con megafibbie e staffe di metallo, a snickers con pelli laminate e strass, décolleté femminili con un particolare plateau che mitiga la curva del tacco altissimo e anche coloratissimi modelli bonsai per bambini. Al primo piano un’anticipazione della collezione estiva, tutta linee e materiali innovativi, colori e cristalli. Dopo Milano e Napoli è il terzo step in Italia di negozi monomarca del marchio dello stilista marchigiano ed entro febbraio ne seguiranno altri due. Tutto per stupire il negozio: parquet-mosaico con inserti di visone, pareti vestite di anguilla blu-notte, piani d’acciaio e sedili in cavallino laserato.