Arte come investimento Il mercato è in ripresa

Antiquaria ha chiuso ieri registrando oltre 18mila presenze, con un incremento del 30% rispetto al 2004. «Il dato conferma le nostre aspettative e premia la scelta di ExpoCts di rinnovare la formula della mostra ampliandola all’arte moderna, alle arti decorative del XX secolo, al design e alle avanguardie contemporanee» dice Carlo Bassi, amministratore delegato di ExpoCts. E aggiunge Ruggero Longari, presidente provinciale degli Antiquari milanesi: «Ad Antiquaria collezionisti e appassionati hanno trovato oggetti d'arte certificati e con un valore d'investimento per il futuro, confermando che il mercato è in ripresa».