Arte, l'Oriente fa tappa a Milano

Le opere di 27 artisti contemporanei provenienti da Cina, Corea del Sud e Giappone saranno esposte fino all'8 dicembre al Museo della Scienza di Milano<br />

Milano - Dall'Oriente a Milano. A New Common Sense of Space e' un inedito progetto espositivo, a cura di Beatrice Leanza e promosso da Regione Lombardia che presenta le opere di 27 artisti contemporanei provenienti da Cina, Corea del Sud e Giappone, attraverso un'analisi critica di specifici usi ed interpretazioni del "contemporaneo" - i suoi materiali, luoghi e processi di rappresentazione.

Il mondo visto da Oriente Le diverse esplorazioni materiali, sonore, gli interventi architettonici (interni ed esterni) e le performance qui presentate intendono favorire una comprensione storica ed estetica dei fenomeni sociali, urbani e tecnologici che informano il presente di queste regioni culturali, nel valorizzare la maniera in cui esse contribuiscono a definire le coordinate di un internazionalismo policentrico e radicalmente aperto.

Esposizione crossmediale
La qualità incompleta e tentativa di queste opere, per la maggior parte installazioni che impiegano vari linguaggi (fotografia, video, disegno, interventi architettonici, pubblicazioni, perfornance, scultura) viene in essere come prodotto di una negoziazione intima e di un continuo adattamento all’ambiente circostante e alle sue implicazioni sociali, nel creare dunque assemblaggi estetici che sottendono nuovi simbolismi e significati per il contemporaneo.

La quotidianità nell'arte
I materiali spesso utilizzati in queste opere – oggetti di uso quotidiano, abbandonati, dimenticati – vengono collezionati e portati in nuove relazioni di forza, nell’espandere il campo visivo oltre quello della loro materialità contingente. In questo senso la relazione tra l’osservatore e l’opera e’ costantemente riformulata su di un territorio ambiguo e non deterministico, dove allo stato di identificazione viene negata una dimensione manifesta, per essere invece sostituita da uno spazio instabile e non rappresentativo, attivato da una retorica dell’inespresso.

Artisti e progetti Ahn Doojin, An Jungju, Ahn Kanghyun, Bae Young Whan, Birdshead (Song Tao & Ji Weiyu), Gao Shiqiang, Hashimoto Satoshi, Ho Elaine W./Homeshop, Jung Yeondoo, Kim Gisoo, Kim Sangdon, Lee Wooyeon, Li Naihan, Liang Shuo, Matsubara Megumi, Min Ji Ae, Ni Haifeng/Arrow Factory, Niwa Yotaro, Young Jung Siren Eun, Qiu Xiaofei, Tanaka Koki, Michikazu Matsune/The Shop, Xijing Men (Gimhongsok, Chen Shaoxiong & Ozawa Tsuyoshi), Yan Jun,Yang Jun, Kimura Yuki, Kimura Taiyo.

5 Novembre – 8 Dicembre 2009
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”  Via San Vittore 21, Milano