Artigianato Contratto unico: la Cna lo vuole, la Cgil dice no

Un contratto unico del settore dell’artigianato, oggi invece suddiviso in nove aree contrattuali. È la proposta avanzata dal segretario generale della Cna, Sergio Silvestrini, nel corso di un convegno. La Confederazione nazionale dell’artigianato, inoltre, si candida a sottoscrivere il contratto dell’industria, attualmente firmato dalla Confindustria e dalla Confapi. Ma la Cgil boccia la proposta del contratto unico: «Il punto semmai è rinnovare i contratti aperti, sette su nove, e non si può cambiare le regole mentre si sta giocando», afferma il segretario confederale Vincenzo Scudiere. «Una proposta che ci trova concordi ma che non è attuale in questo momento, mentre sono aperte le trattative per la gran parte dei rinnovi», osserva a sua volta il segretario confederale della Uil Paolo Pirani.